Buon compleanno Kate Moss: la bad girl della moda compie 44 anni

di Wendy Migliaccio

È piccola, ma con quel viso e quella grinta cercheranno di imitarla tutti a New York”. A descrivere così Kate Moss fu Sarah Doukas, fondatrice dell’agenzia di moda Storm che la scoprì in un aeroporto della Grande Mela quando aveva solo 14 anni. Oggi Kate Moss, nata il 16 gennaio 1975, ne compie 44 e di strada ne ha fatta tanta. Una strada tutta sua, controcorrente, che l’ha resa una delle modelle simbolo degli anni ’90. Ribelle, anticonformista e anticonvenzionale.

Il viso non perfetto, il fisico androgino, un’altezza mediocre (1,70): Kate Moss negli anni ’90 rappresenta un grande cambiamento nel mondo della moda, che fino ad allora aveva venerato dee statuarie e perfette come Cindy Crawford e Claudia Schiffer. Per la Doukas all’inizio farle ottenere un contratto non è facile. Nel 1990, però, le viene offerto un servizio fotografico per la rivista inglese The Face e quegli scatti ottengono un grande successo, rendendo la Moss un volto noto sulla scena della moda. A piacere di lei è il suo aspetto alternativo e rock: Kate Moss viene subito associata al movimento grunge, promosso da band come i Nirvana. Dopo anni di modelle rifatte, costruite e patinate, arriva questo scricciolo dagli occhi smarriti, col seno piccolo e l’aria ingenua da Lolita. Così, Kate Moss diede il via alla rivoluzione.

Kate Moss nel 1999 a 25 anni
Kate Moss nel 1999 a 25 anni

Nel 1995 Kate Moss, allora 21enne, appare seminuda nella la campagna pubblicitaria del profumo Obsession di Calvin Klein. Gli scatti suscitarono enormi polemiche, tanto che il dipartimento di giustizia, su ordine dell’allora presidente Bill Clinton, decise di ritirare le immagini della campagna dopo appena tre settimane.

Nella sua lunga carriera Kate Moss ha sfilato per i più grandi nomi della moda. Gucci, Dolce & Gabbana, Louis Vuitton, Versace, Calvin Klein, Roberto Cavalli, Chanel, Missoni, Longchamp, David Yurman, Dior, Yves Saint Laurent, Burberry, Stella McCartney, Rimmel e Bulgari. Solo per citarne alcuni.

Nel novembre 2006 Kate Moss ottiene il riconoscimento di "modella dell'anno" dal British Fashion Awards
Nel novembre 2006 Kate Moss ottiene il riconoscimento di “modella dell’anno” dal British Fashion Awards

Nel luglio 2007, con un guadagno stimato intorno ai nove milioni di dollari annui, la rivista Forbes ha nominato la modella originaria di Croydon, a sud di Londra, la seconda top model di maggior successo al mondo, posizione confermata anche nel 2008 e nel 2009.

E quell’aria da bad girl non è mai stata solo apparenza. Kate Moss ha fatto parlare di sé non solo per il suo impatto rivoluzionario nel mondo della moda ma anche per la tormentata vita privata. Nel 2002 ha avuto una figlia, Lila Grace, nata dalla relazione con Jefferson Hack, editore della rivista Dazed & Confused. Ha avuto molte relazioni illustri: tra gli altri con Mark Wahlberg, Lanny Kravitz, Daniel Craig, Russel Brand, Pete Doherty e Jamie Hince, chitarrista dei “The Kills” sposato nel 2011 e da cui si è poi separata 4 anni dopo. Oggi è fidanzata con il conte Nikolai von Bismarck, di 14 anni più giovane, con il quale la scorsa estate ha trascorso le vacanze a Capri. Storica anche la relazione, dal 1994 al 1997, con Johnny Depp: fu lui a lasciarla, perché non riusciva più a seguire i suoi ritmi e i suoi eccessi con la droga e con l’alcool. E se sembrava troppo persino ad un bad guy come lui, possiamo solo immaginare che “vita spericolata” avesse Kate in quegli anni.

Come si dice, sesso, droga e rock’n’roll. Gli amici l’avevano soprannominata “The Tank”, come la cisterna dove finiscono i rifiuti, perché Kate Moss era capace di farsi tre grammi di cocaina e bere un’intera bottiglia di vodka in una sera, come ha raccontato la giornalista del New York Post Maureen Callahan nel libro “Champagne Supernovas”.

Non solo modella: nel 2007 disegna una collezione esclusiva per la catena di negozi Topshop. Per il lancio, la Moss si mostra nella vetrina del negozio di Oxford come "manichino umano", creando grande scalpore fra gli avventori. La linea include capi di abbigliamento, borse, scarpe e cinture di fascia economica medio-bassa (dai 12 ai 150 dollari)
Non solo modella: nel 2007 Kate Moss disegna una collezione esclusiva per la catena di negozi Topshop. Per il lancio, la Moss si mostra nella vetrina del negozio di Oxford come “manichino umano”, creando grande scalpore fra gli avventori. La linea include capi di abbigliamento, borse, scarpe e cinture di fascia economica medio-bassa (dai 12 ai 150 dollari)

Nel 2005 il Daily Mirror pubblicò le foto di Kate e dell’allora fidanzato Pete Doherty intenti a consumare cocaina. Un brutto colpo per l’immagine della modella, che perse molti contratti, a partire da quello di Stella McCartney di 4 milioni l’anno. Kate Moss è costretta a scusarsi pubblicamente, ammettendo le proprie responsabilità. La sua carriera, però, è ripartita poco dopo: anzi, pare che dopo lo scandalo i suoi introiti siano addirittura triplicati.

Kate Moss, 44 anni, mano nella mano con Cara Delevingne, 25. Cara, anche lei britannica, anche lei con l'aria da ragazzina ribelle, è considerata la vera erede di Kate Moss
Kate Moss, 44 anni, mano nella mano con Cara Delevingne, 25. Cara, anche lei britannica, anche lei bionda, anche lei con l’aria da ragazzina ribelle, anche lei con una forte personalità, è considerata da molti la vera erede di Kate Moss

Ma forse per raccontare Kate Moss basta una frase, storica, pronunciata da lei. “Se sei te stessa, nessuno ti può copiare. Essere te stessa è quasi un atto di ribellione”.