Caso Prati, parla Pamela Perricciolo: “Mark Caltagirone siamo noi”

di Wendy Migliaccio

Dopo Pamela Prati ed Eliana Michelazzo ora parla Pamela Perricciolo. L’altra manager, Donna Pamela, quella sulla quale si sono condensati tutti i maggiori sospetti di plagio e di truffa ai danni della showgirl, ma anche della collega. Pamela Perricciolo ha deciso di parlare, di vuotare il sacco, e lo ha fatto in una lunga intervista a Selvaggia Lucarelli sul Fatto Quotidiano.

Io, Pamela Prati ed Eliana Michelazzo il primo aprile abbiamo firmato un accordo che vincola a non divulgare nulla di quello che ciascuna di noi sa della vita privata delle altre, perché avremmo firmato se non avessimo avuto tutte interesse a farlo?

A questo punto Selvaggia Lucarelli fa presente alla Perricciolo che le altre due protagoniste di questa storia stanno andando in tv a parlare.

Eliana va dalla D’Urso per 7mila euro a puntata. La società Aicos è intestata ad Eliana, la Jaguar è intestata ad Eliana, la casa in cui vivevamo insieme e la Mini pure. Che plagio è? Il documento di riservatezza tra noi tre l’ha proposto Eliana col suo studio legale, strano che sia una vittima ma chieda alle altre di tacere. Eliana ha debiti con tante persone, anche Pamela e non vuole si sappia. Il cachet per l’ospitata di Domenica in le è stato pignorato dal fisco. Per quanto riguarda quello di Verissimo i produttori le hanno detto che con gli avvocati dovevano decidere se Mediaset fosse parte offesa per truffa. Le hanno congelato il cachet, 40mila euro. Non so se ha risolto. Prende 1200 euro al mese di pensione.

Eliana Michelazzo, Pamela Prati e Pamela Perricciolo
Eliana Michelazzo, Pamela Prati e Pamela Perricciolo

Poi Pamela Perricciolo inizia ad approfondire la storia di Mark Caltagirone, il finto promesso sposo di Pamela Prati che in realtà non è mai esistito.

Questa è stata una storia mal gestita da tutte e tre. Poi Pamela ed Eliana in tv si sono volute accusare tra di loro. Ora abbiamo zero credibilità tutte e tre. Secondo me volevano farmi fuori perché Eliana se la rigirano come vogliono. Le avevano promesso 5 ospitate da Barbara D’Urso più l’ingresso al Grande Fratello, poi Pier Silvio Berlusconi per fortuna si è opposto e hanno chiamato Vladimir Luxuria al suo posto.

Pamela Perricciolo ha poi rivelato dove è andata Pamela Prati a Verissimo quando ha dichiarato di dover chiamare Mark Caltagirone.

È andata in bagno a chiamare me. Mi diceva: “Che devo fare? È una trappola, Eliana si è venduta”.

“Donna Pamela” però ci tiene a precisare di non avere alcuna relazione con Eliana Michelazzo.

Mio padre mi ha detto: se sei lesbica dillo, ne uscite meglio. Non è così, però. E non sono io Mark Caltagirone: c’è un Marco che veniva al mio ristorante, forse era lui.

Eliana Michelazzo, Pamela Prati e Pamela Perricciolo

E poi la verità su Simone Coppi.

Io e i miei amici abbiamo creato quei profili di Lorenzo e Simone Coppi ai tempi dell’università. Quando Eliana è uscita da Uomini e Donne aveva problemi, le diedi il contatto di un amico che si chiamava Simone. Da lì ha iniziato a scriversi con un Simone reale. Poi è venuta a entrambe l’idea di dire ai giornali che si sposava con questo Simone Coppi, un personaggio inventato, perché non voleva diventare tronista. Ma quanti casini… cinque anni fa un onorevole di Fratelli d’Italia, Chiara Colosimo, ha conosciuto tale Dany sulla mia bacheca Facebook, questo le ha sottratto 1600 euro e lei ha fatto un esposto anche contro di me ed Eliana.

Ora è Pamela Perricciolo ad avere paura di Pamela Prati.

A Verissimo non l’ho riconosciuta.

E poi ancora: il caso Alfonso Signorini, che ha dichiarato di essersi invaghito, in passato, di questo fantomatico Simone Coppi.

L’ho querelato. Ha detto che lo chiamavo con una voce cammuffata, spero possa dimostrarlo. E Manuela Arcuri… lei è stata coinvolta come testimone in un processo che riguarda mio fratello, roba di ‘ndrangheta. Si è scambiata in tutto cinque messaggi con questo Simone Coppi da cui dice di essere stata illusa. Ho le chat perché sono entrata nel profilo di Simone Coppi, profilo in cui Eliana entra dalla mattina alla sera. La Arcuri, la Varone, Signorini: tutte cose del 2009. Non ci sono reati, ma sarebbero comunque prescritti.

Selvaggia Lucarelli a questo punto fa presente a Pamela Perricciolo che le sue dichiarazioni non reggono e che Mark Caltagirone non esiste.

Pamela Prati raccontava anche a me che Caltagirone esisteva, ho i suoi messaggi in cui mi dice che è sul divano accanto a lei. Era lei ad avere le password del profilo Mark Caltagirone.

Eliana Michelazzo, Pamela Prati e Pamela Perricciolo

Selvaggia cerca di invitare “Donna Pamela” a dire la verità, sospettando che loro due (Perricciolo e Michelazzo) gestivano qualche profilo fake divertendosi a giocare con identità false e che poi, con Pamela Prati, la cosa è sfuggita loro di mano.

Secondo te dovrei dire questo? Pensa che figura di merda. Io per fortuna me ne sto andando a Zanzibar. Apro un resort.

Poi però Pamela Perricciolo confessa.

Sì, è andata come dici tu. Però un Marco al ristorante è venuto. E comunque ormai c’è il gusto del gelato Caltagirone, le magliette, all’autogrill le signore mi offrono il caffé, mi chiedono se la Prati si sposa.

A detta della Perricciolo, però, Pamela Prati non è una vittima.

Non lo so con chi chattava, diceva bugie anche a me sul fatto che incontrava questo Mark. Poi io lo sapevo che Pamela era consapevole, il profilo di Mark lo gestiva lei, la password di Mark ce l’ha Pamela. Ad un certo punto ha visto che poteva guadagnare e non si è più fermata. È stato tutto un gioco, tanto che abbiamo firmato quel documento per non confessarlo. Inutile ora andare in tv a fare le vittime. Io l’ho detto a Eliana: ma tu pensi di ripulirti? Se qualcuno vuole bene ad Eliana, non la inviti più in tv. Io non ci vado. Ho chiesto tramite l’avvocato di non crearmi più stati d’ansia con puntate su di me, ho allegato il certificato medico.

Infine Selvaggia Lucarelli le chiede se si senta più libera dopo aver parlato.

Sì, molto.

I figli in affido di Pamela Prati, le clamorose novità

La nebbia si sta aprendo non solo in merito a Mark Caltagirone, ma anche ai due bambini che Pamela Prati avrebbe preso in affido, Sebastian e Rebecca. Anche loro, infatti, non esistono. O meglio: il bambino esiste, ha 10 anni, ma non è il figlio adottivo della showgirl. A rivelarlo è la madre del piccolo, che domani a “Live – Non è la D’Urso” racconterà la sua verità:

Mi dissero che un produttore cercava un bambino di 10 anni come protagonista di una fiction. Iniziava così la richiesta di numerosi video, selfie e note vocali che facevano parte del copione che mio figlio avrebbe dovuto recitare. Nel copione, mio figlio interpretava Sebastian, un bambino italo-spagnolo che veniva dato in affido a un imprenditore. Gli era stato detto di non dirmi nulla perché era una sorpresa per me. Un giorno, la persona dell’agenzia mi disse che lo portava a fare una prova costume ma ho scoperto la verità in tv: portarono mio figlio a fare merenda con la finta mamma affidataria Pamela Prati e con Milena Miconi. Ora mi è crollato il mondo addosso. Agiremo per vie legali

Leggi anche: Pamela Prati: le ultime novità sul caso del fidanzato fantasma

Leggi anche: Pamela Prati: “Mai visto Mark Caltagirone, mai sentita la sua voce”

Leggi anche: Manuela Arcuri contro le manager di Pamela Prati