Francesca Barra incinta di Claudio Santamaria

di Maria Lucia Panucci

francesca barra incinta

Francesca Barra è incinta del marito Claudio Santamaria. Lo ha rivelato lei stessa a Live-Non è la D’Urso durante una lite con Alberico Lemme nell’uno contro tutti. La giornalista lo ha attaccato soprattutto per le frasi pronunciate nella casa del Grande Fratello quando disse che non gli sarebbe importato se i suoi figli fossero morti. Per lei è una mancanza di rispetto gravissima soprattutto nei confronti di chi un figlio l’ha perso veramente. Poi, dopo i continui insulti del farmacista (“Guarda che cosce che hai, non potresti mai seguire i miei consigli perché perderesti tempo”), la Barra ha peso la pazienza:

Scusa Barbara ma io no sto qui a lasciarmi insultare quindi me ne vado. Vergogna! Ho un motivo per essere così, sono incinta e non mi lascio insultare in questo modo, scusa Barbara ma vado via

La conduttrice e giornalista si è così alzata e ha abbandonato lo studioIl dubbio sulla sua gravidanza circolava sul web già da qualche giorno, da quando Francesca si era presentata qualche settimana fa sempre nella nota trasmissione di Carmelita indossando un largo vestito nero che a quanto pare serviva a camuffare delle curve un po’ generose. Ieri la conferma ufficiale è arrivata direttamente dall’interessata, che ha poi voluto lasciare un lungo messaggio su Instagram

francesca barra
Francesca Barra con Claudio Santamaria al Festival del Cinema di Venezia

francesca barra incinta

Ecco le parole di Francesca Barra su Instagram:

Mi dispiace molto per quello che è successo ieri sera. Mi dispiace aver dovuto confessare uno stato intimo anche se non era un segreto per i più. Avrei voluto farlo con il sorriso e nei tempi e nei modi che noi avremmo reputato giusti. Ma non potevo permettere che una persona come Lemme che ha il privilegio immeritato di rivolgersi ad un bacino così ampio di pubblico, mi offendesse. Che sia per lo stato fisico, che per altre scelte. Ad un certo punto: basta. Non potevo continuare a rimanere in sua presenza, per me e per tutte le persone che, di fronte alle offese, incassano e gli danno spazio. Sulle polemiche che sto leggendo sul programma di Barbara D’Urso, oltre a ricordare che in quel salotto si alternano firme autorevoli del giornalismo italiano e che i politici fanno a gara per fare lì i loro annunci, non rinnego nulla. Anzi. Ho deciso di intervenire nella trasmissione perché sono una giornalista e abbiamo l’obbligo di raccontare, contenere certi fenomeni o di cercare di illuminare chi oggi lo ritiene “un genio” ricordando che non può esserlo chi offende le donne, gli omosessuali. Chi senza ritegno non solo a casa propria, ma in televisione dice che se morissero i propri figli non soffrirebbe. Bisogna avere rispetto per quei genitori che invece hanno perso i figli e vivono una pena senza fine. Glielo dobbiamo. Io fino alla fine dirò la verità, mi batterò ovunque per i diritti altrui, per ciò in cui credo. Anche quando sono la prima a farne le spese. Come ieri e come in diverse occasioni che conoscete bene. Lemme fa del male e deve il suo “successo” ad un perverso meccanismo simile alla sindrome di Stoccolma dove la vittima è quasi ipnotizzata dal suo carnefice. Non mi fa ridere, anche se è lui a ridere da solo delle sue battute. Reputo anche dannoso che un farmacista che fornisce indicazioni sulle diete, dia della cicciona ad una donna che – come fra l’altro dimostra la fotografia scattata questa mattina – ha assolutamente uno stato normale fisico. Questo lo dico perché vorrei che smetteste di avere il complesso dei centimetri e dei canoni che vi impongono alcuni guru, o resi tali, non dai conduttori, giornalisti. Il pubblico che sceglie chi Sale e scende

Francesca Barra ancora contro Alberico Lemme

Ma non è finita qui. Francesca Barra è tornata ad accusare Alberico Lemme con un lungo sfogo pubblicato sulle sue Stories.

Ringrazio tutti per i messaggi, la condivisione di riflessioni. È proprio così: sottolineare che non si è grassi di fronte ad un dietologo che urla quello, aiuta pazienti e giovani ragazze con il mito della magrezza a non fidarsi di lui e gente simile. Perché chi può farsi “curare” o aiutare da una persona che offende e ha una visione del fisico così distorta ? Se una taglia 42 (incinta o no) viene considerata eccessiva e lo si dice in tv, come possiamo aiutare le ragazze a non avere il complesso della magrezza? A non sentirsi in colpa per i chili che qualcuno definisce in più? Certo che ho sottolineato il motivo. Prima di tutto perché sono incinta, vulnerabile, sensibile. E poi perché lo reputo educativo per sbugiardare ciarlatani. Sapete quante ragazze mi stanno scrivendo che avevano avuto problemi alimentari e mi ringraziano perché spesso, guardando i social o ascoltando certi individui, hanno creduto che eccessiva magrezza fosse normalità o si sono sentite in colpa di fronte ai modelli imposti dalla tv? Troppe. E mi dispiace tanto. Così come mi dispiace che prendano in giro su prodotti miracolosi sui social, Bibitoni, Photoshop. Allora diciamolo subito: sia che una persona sia incinta, sia che non lo sia, non permettete a nessuno di offendervi. Di giudicarvi. Non vi fidate di ciò che vedete, delle immagini perfette. Non vi sentite sbagliate, fuori posto, fuori “taglia.” Per non parlare delle altre dichiarazioni contro le donne, gli omosessuali e sull’assenza del dolore che proverebbe se i figli morissero, che gli ho contestato come prima cosa… E quando l’interlocutore non è all’altezza di un confronto, malgrado le migliori intenzioni, i principi, le lotte e la verità che speravate di illuminare per aiutare i più confusi, andate via. Sono 17 anni che sono giornalista professionista. Ho scritto tanti libri, condotto programmi televisivi, radiofonici, mi sono occupata di inchieste di mafia, legalità, cronaca, attualità. Anche sport certo. Come tanti. E ogni tanto mi chiamano per la mia esperienza a dire la mia su temi che ho seguito. Si chiamano opinioni, ma io che le faccio sono una giornalista . Sempre. Anche quando quelle opinioni sono più leggere del solito (e Lemme o la Marchi non lo sono. Infatti se ne sono occupati tutti, da Formigli a Augias…) e io sono io ovunque e con chiunque. Perché siamo tutti ogni tanto il bianco, qualche volta il nero. E cucino. Uhhhh che scandalo. E cucio. E sì, mi sono candidata e ho messo il cuore in quella campagna elettorale che non considero sconfitta. Ma esperienza sincera, almeno da parte mia. Ma la vita ti riesce a sorprendere sempre , al peggio è vero, non c’è mai fine. Grazie ancora a tutti.

Leggi anche: Francesca Barra: “Ho sposato Claudio Santamaria in America”