George Michael: arrestato l’ex fidanzato che distrugge la casa per l’eredità

di Roberta Cecchi

L’ex fidanzato di George Michael Fadi Fawaz distrugge l’abitazione della popstar a causa della mancata eredità e viene arrestato.

L’ex fidanzato di George Michael, Fadi Fawaz, è stato arrestato nelle scorse ore dopo aver distrutto l’abitazione londinese del cantante nella quale abitava (abusivamente) dal Natale del 2016 (ovvero da quando il corpo della popstar è stato trovato senza vita).

Alla morte della superstar infatti l’uomo non ne ha voluto sapere di lasciare la casa in cui viveva, la quale in realtà era stata lasciata in eredità da George Michael alla sorella che, fino ad oggi, non ha ancora potuto entrare nell’immobile poichè occupato da Fadi. Situata in un palazzo da 5 milioni di sterline la casa è stata abitata fino ai giorni scorsi da Fawaz che, a causa della mancata eredità da parte dell’ex compagno, si è voluto vendicare distruggendo buona parte dell’abitazione, rompendo numerose finestre e suppellettili. A dare la notizia sono stati i vicini di casa che, dopo aver sentito non poco trambusto, hanno visto l’ex parrucchiere 46enne mentre camminava sul tetto della abitazione ormai devastata e con l’acqua che usciva dai tubi divelti, costringendo così la polizia a far intervenire anche i pompieri. L’uomo in un primo momento ha cercato di giustificarsi parlando di alcune opere di ristrutturazione in atto, ma è stato immediatamente chiaro che qualcosa non quadrava.

L’uomo è stato arrestato per sospetti danni aggravati ed è stato tradotto in una stazione di Polizia nel nord di Londra” ha riportato un portavoce al Daily Mail. La famiglia di George Michael intanto prosegue la sua battaglia legale (che dura ormai da parecchi anni) per ottenere giustizia, facendo così uscire di casa una volta e per tutte Fawaz, il quale non è mai stato citato all’interno del testamento da circa 97 milioni di sterline lasciato dalla popstar inglese.

Leggi anche: Alessio Bruno, ex Temptation Island, arrestato e condannato per spaccio