Giancarlo Magalli: il video esclusivo dell’incidente

di Camilla Catalano

Giancarlo Magalli, sabato 25 Gennaio, ha perso il controllo della sua Smart mentre viaggiava lungo la via Cassia bis di Roma, poco prima dell’uscita in direzione Formello. Secondo quanto hanno riportato i primi quotidiani, il conduttore avrebbe perso il controllo della sua vettura andando contro il guard rail e coinvolgendo una seconda auto, con a bordo un’intera famiglia. Ma, nonostante tutto, è stato lo stesso conduttore a pubblicare le fotografie della sua Smart, irriconoscibile dopo lo schianto, e commentando: “Incidente brutto, ma non si è fatto male nessuno, per fortuna”.

E qui, su Tabloit, potete vedere il video esclusivo che mostra gli attimi successivi allo schianto.

La via Cassia completamente bloccata, il soccorso stradale in arrivo e subito dopo, ferma, una Toyota con le quattro frecce, probabilmente di chi ha soccorso le persone coinvolte. Pochi metri più avanti, invece, la Smart di Giancarlo Magalli, completamente distrutta con il conduttore ancora al suo interno, bloccato dalle lamiere e sicuramente turbato per il grande colpo preso. Solo molti metri più avanti si vede un suv bianco con il posteriore danneggiato, probabilmente si tratta dell’auto della famiglia coinvolta.

La smart incidentata di Giancarlo Magalli
La smart di Giancarlo Magalli dopo l’incidente

Le fotografie dell’incidente di Giancarlo Magalli sembravano davvero preoccupanti, ma, fortunatamente, nessuna persona ne è rimasta ferita. La figlia dello stesso Magalli, Michela, classe 1994 e seguita su Instagram da più di 37 mila persone, ha subito tranquillizzato i fan del conduttore, postando una foto con il papà: “Qui tutto bene… Uno spaghetto e passa la paura”. Perché sì, di paura ce n’è stata tanta: “È stato un miracolo – ha commentato lo storico collega de I Fatti Vostri, Marcello Cirillo, che si trovava nel luogo dello schianto – l’auto era un cartoccio. Nessuno poteva credere che da quelle lamiere qualcuno potesse uscire vivo”.

E, invece, Giancarlo è uscito grazie, anche, alla protezione della cintura di sicurezza e dell’airbag. Spaventato, ma vivo.

Leggi anche: Ecco la classifica degli attori più pagati di Hollywood