Giordana Angi, che successo! Arriva il primo disco d’oro

di Sara Tassinari

Non avrà vinto Amici 18 ma, certo, Giordana Angi ha convinto tutti gli addetti ai lavori, dai critici ai professori, da Loredana Bertè a Laura Pausini: anche Rudy Zerbi, che l’aveva severamente criticata durante tutto il talent show di Canale 5, dopo la finale l’ha abbracciata augurandole buona fortuna e si è recato al firmacopie di Milano per comprare il suo album.

Soprattutto però, la cantautrice convince e conquista il pubblico. Su Spotify era la più ascoltata fra i cantanti dell’edizione di Amici 18 ancora prima della fine del programma, e il suo EP d’esordio CASA, che da maggio si trova nella Top 10 degli album più venduti in Italia, questa settimana ha tagliato il traguardo delle 25.000 copie vendute, regalando così a Giordana il primo disco d’oro della sua carriera.

La forza dell’emotività

Ne ha fatta di strada la cantante di Aprilia da quella prima partecipazione a Sanremo Giovani del 2012: in una recente intervista concessa ad All Music Italia Giordana, pensando a quel periodo, ricorda “mi sentivo grande ma ero una cucciola, avevo tante fragilità – che ho anche oggi – ma che non sapevo gestire benissimo. Anche grazie alla scrittura ho imparato a gestire i miei pensieri, a canalizzarli: sono sempre piena di emozioni e anche piena di paranoie, perché le emozioni e le paranoie a volte portano a farsi anche tanti problemi inutili. La scrittura mi ha aiutata tanto a gestire tutto questo”.

Negli anni successivi all’esperienza sanremese Giordana racconta di avere svolto su di sé un lavoro non solo musicale ma anche umano che è stato fondamentale per raggiungere l’importante risultato ottenuto nel talent di Maria De Filippi: quando pensa a tutti i tentativi fatti prima di essere ammessa nella scuola d’arte più famosa d’Italia sorride e dice scherzando di avere ringraziato la produzione per averla fatta entrare solo al quinto tentativo, perché prima non sarebbe stata pronta a gestire al meglio un’esperienza del genere.

Giordana ha ripetutamente raccontato come Amici 18 le abbia consentito non solo di lavorare sulla tecnica vocale e di perfezionare l’interpretazione ma anche di imparare a raccontarsi senza paura di mostrare la propria emotività e le proprie fragilità. Fragilità che, adesso, sembrano essere diventate per lei un punto non di debolezza ma di forza.

Il talento autorale di quest’artista (che scrive non solo in italiano ma anche in francese e in inglese) va di pari passo con quello interpretativo: Giordana è un fiume di emotività, sia quando scrive che quando canta, e questa intensità fa breccia nel cuore dei fans. La sua voce è graffiante, il suo stile interpretativo è del tutto personale, i suoi testi sono autentici, senza filtri, a volte ruvidi e rabbiosi, a volte dolci e malinconici, sempre sofferti e vibranti, ispirati dalla necessità di dire la verità: “Ogni volta che mi metto davanti ad un foglio io mi impongo di essere sincera con me stessa, di dire la verità a me stessa (…). Non è facile dirsi tutto: noi esseri umani siamo complessi, siamo difficili, siamo pieni di emozioni e, a volte, di cose che non ci piacciono (…), metterle a nudo è un esercizio, e (…) dato che ho trovato serenità grazie a questo mi piace l’idea di farlo anche per gli altri, toccando anche temi più complessi. (…)“ racconta ad All Music Italia Scrivere è la mia cura, la mia casa: mi dovrei inventare un altro modo di stare con me stessa se non avessi la scritturaconfida invece a GingerGeneration.it.

Le parole d’amore di Giordana

Il filo conduttore del suo album d’esordio è l’amore: dalla relazione complicata e disinibita di Chiedo di non chiedere alla meditazione sulla durata dell’amore in Questa è vita; dalla malinconia che segue la fine di una storia importante nella title-track all’inseguimento di un sentimento forte che finisce con il dileguarsi in Ne renonce pas; dall’amore per un padre assente che si è sempre fatto aspettare in Quante volte ad aspettarti al tema spinoso di un amore malato e dell’abuso infantile in Ti ho creduto. A proposito di quest’ultima traccia Giordana ha riferito ad All Music Italia “Io scrivo quando sono innamorata, quando soffro ma anche quando c’è qualcosa che mi fa terribilmente arrabbiare”, evidenziando l’importanza che ha per lei il valore della denuncia e l’importanza di sensibilizzare il pubblico a prestare maggiore attenzione ad argomenti difficili quali quelli della pedofilia.

L’album si chiude con la cover Formidable, del cantautore belga Stromae, brano con il quale nell’autunno 2018 la cantante si era presentata al pubblico di Amici e che racconta la disperazione e lo strazio per un amore finito male.

Le parole d’amore più belle di Giordana sono però quelle che la cantautrice dedica via social al pubblico che la sta seguendo nell’instore tour e che affronta anche 6 ore di coda per incontrarla: “Quanto AMORE c’è in giro? Quanto? Tantissimo. Ma “tantissimo” è dir poco, ed ho detto tutto. Altro che soldi, macchine o Instagram. AMORE. Semplice amore. Quasi ci si VERGOGNA a dare “amore”, ma perché? C’incontriamo per la prima volta, ci GUARDIAMO con gli occhioni emozionati e le vostre storie son storie di CORAGGIO, forza e questo mi commuove, mi da’ ancora più voglia di CONDIVIDERE. Alla fine, non siamo SOLI, ci ritroviamo simili insieme e questo vale per tutti noi. Sono onorata, GRATA e totalmente stupita da tutto questo. Evidentemente ci siamo SCELTI bene ;)OGNUNO DI VOI mi lascia qualcosa e, di ognuno di voi, ciò che mi travolge è il coraggio nell’emozionarsi”.

Le immagini che arrivano dal suo tour parlano di un successo incredibile in termini sia di partecipazione che di affetto tributato alla cantante dal suo pubblico: dell’estenuante viaggio attraverso l’Italia che la porta a trascorrere 6-7 ore al giorno a contatto con la gente continua a ripetere che si tratta non di uno sforzo ma di un piacere, e che per lei è importante mantenere la concentrazione per dare a tutte le persone che vanno ad incontrarla la stessa attenzione. “Molte delle persone che incontro vengono da me dicendo di essersi ritrovati nella storia che ho raccontato: questa cosa per me non ha prezzo perché significa che la musica è andata oltre, abbiamo condiviso un momento e ci siamo sentiti tutti meno solidice ad All Music Italia.

giordana angi
Giordana ad Amici

I primi concerti…e un pensiero a Sanremo

L’agenda di Giordana è piena di impegni: il suo lunghissimo instore tour prevede in tutto 53 date, che impegneranno la cantante italo-francese fino alla fine di luglio, quando arriveranno i primi live, a Caserta, Bisceglie (Ba), Partanna (Tp), Diamante (Cs) e Pescara. Le prevendite dei concerti di ottobre – il 6 all’Alcatraz di Milano e l’11 all’Atlantico di Roma – stanno rapidamente marciando verso il sold-out.

Ci pensa Giordana a tornare a Sanremo? Sì, ma non a tutti i costi: “Sto cercando di capire se c’è qualcosa in questo momento che mi spinge a scrivere un testo che riesco ad immaginare su quel palco: se ci sarà sarò la prima a provare ad andare” risponde a Recensiamo Musica.

C’è da augurarsi che Sanremo possa dare un nuovo pretesto per raccontarsi a questa artista, che ormai sembra sempre di più non una promessa ma una certezza.

Leggi anche: Amici, Biondo ed Emma Muscat si sono lasciati (di nuovo)

Leggi anche: Marco Carta: “Non vedo l’ora del processo”