Jonathan Rhys Meyers beccato con 5mila piante di cannabis

di Eleonora De Vecchis

Jonathan Rhys Meyers

Brutta sorpresa quella ricevuta dall’attore e musicista irlandese Jonathan Rhys Meyers e dalla moglie Mara Lane alle soglie dell’isola caraibica di St. Kitts, all’interno dell’aeroporto internazionale di Robert L. Bradshaw. L’allegro viaggio della coppia in compagnia di un paio di amici altrettanto noti, quali l’erede miliardario della Coca Cola Hellenic Alki David e il suo socio in affari Chase Ergen, è stato infatti bruscamente interrotto dall’intervento degli agenti della narcotici dell’isola. La perquisizione del jet privato ha portato alla luce un’enorme quantità di marijuana che ha condotto gli accompagnatori di Meyers e Mara dritti dietro le sbarre. Nell’aereo privato la polizia dell’isola ha contato almeno 5mila piante di cannabis, corrispondenti a circa 1,3 miliardi di dollari. Tutte le accuse sono state fatte ricadere su Alkiviades e socio, mentre la coppia di attori è stata perquisita e poi subito rilasciata.

Meyers
Jonathan Rhys Meyers, la moglie Mara Lane e il figlio Wolf al 75esimo Festival del Cinema di Venezia

Alki David, magnate della Coca Cola, arrestato per traffico di cannabis

A sua difesa, il magnate 50enne ha parlato della volontà di sviluppare un business legale della cannabis” e della nobile intenzione di rendere l’isola leader del settore legato alla produzione di canapa legale. Infatti, oltre a possedere impianti di imbottigliamento della Coca Cola in 28 paesi, David è legato ad altre società e una di queste usa gli estratti di cannabis a scopi curativi. A salvare Alki e Chase, però, non sono state le sue parole ma il pagamento di una cauzione di oltre 30mila dollari. Per quanto riguarda i coniugi Meyers invece, nonostante l’immediato rilascio, la notizia che li riguarda è finita subito sul web ed è diventata virale. Dopotutto non è la prima volta che sentiamo il nome di Meyers, l’affascinante e diabolico protagonista di “Match Point” e de “I Tudors”, associato a questioni di droga.

Jonathan Rhys Meyers

Jonathan Rhys Meyers e il suo rapporto con alcool e droghe

Si sa, il web non dimentica, e non ha dimenticato nemmeno le tragiche foto del 41enne Rhys Meyers pubblicate dal Sun nel 2015, che lo mostravano aggirarsi confuso e in pessime condizioni tra le strade di Londra, con l’aspetto sconvolto e una bottiglia di vodka in mano. Ma non è stata nemmeno questa la prima volta che Meyers ha fatto preoccupare i fan per il suo stato psicofisico. Nel 2011 l’attore è arrivato a tentare il suicidio all’interno del suo appartamento londinese e, a partire dal 2005, la star ha tentato per almeno sei volte di portare a termine un ciclo terapeutico in rehab per disintossicarsi da alcool e stupefacenti.

Leggi anche: Sfera Ebbasta contro chi attacca i suoi testi “Io non incito alla droga!” [Video]

Leggi anche: Sofia Vergara al volante con il cellulare: fermata dalla polizia [Foto]