L’Isola dei Famosi perde Francesco Monte e l’occasione di fare la cosa giusta

di Tabloit

Le accuse che mi sono state rivolte sono totalmente infondate e io mi difenderò con la legge, senza ricorrere ad inutili confronti e scontri”. Sono queste le prime parole social di Francesco Monte dopo l’abbandono dell’Isola dei Famosi e il rientro in Italia. Una scelta obbligata dopo le invettive portate avanti da Eva Henger nel corso della seconda puntata (“Si è fumato una canna”), poi cavalcate abilmente dai soliti talk che, tanto per cambiare, hanno approfittato della querelle per imbastire le solite tribune tra pseudo vip.

Mi sono recentemente trovato al centro di una questione per me molto dolorosa e inaspettata e anche in quella circostanza il mio stato d’animo è rimasto dentro di me – ha scritto Monte sui social network – Sono un uomo del sud, istruito ed educato, e tale voglio rimanere al di là del fatto che partecipi a trasmissioni tv. Le trasmissioni e i talk che di questa vicenda hanno preso l’aspetto scandalistico senza nemmeno porsi il dubbio che le accuse fossero infondate, hanno tutto il mio disappunto e biasimo”.

Insomma, non si capisce perché Francesco Monte sia stato costretto a pagare per un’azione che nessuna telecamera ha mai ripreso e nessun testimone ha mai confermato, come ha ribadito ieri sera Alessia Marcuzzi. Anche se poi la stessa conduttrice ha sostenuto un troppo debole contraddittorio con Eva Henger la quale, dopo aver calunniato gratuitamente un ragazzo in cerca di una nuova (e pulita) visibilità, ha gettato ancor più benzina sul fuoco impreziosendo la presunta vicenda della marijuana con altri inediti dettagli. Alessia, e chi come lei ha il potere di influenzare e coinvolgere il pubblico televisivo, forse dimentica quanto le parole siano importanti, specie quelle pronunciate all’interno dei programmi di punta del piccolo schermo. Quelli fatti di dibattiti sterili e zuffe a favore di camera che però, ahinoi, sono seguiti da milioni di spettatori, molti dei quali privi dei mezzi adatti a filtrare e pesare quello che viene trasmesso. Ed è così che, in un attimo, ad una parola è dato il potere di etichettare una persona. E non importa che questi sia un ex tronista, una showgirl, o un’aspirante qualcosa. Davvero va bene far passare frasi, gravissime, come “Monte ha portato la droga sull’Isola” o “Per colpa sua ho rischiato 12 anni di carcere”?

Rispetto il lavoro altrui, capisco che gli spazi vadano riempiti, so di essere uno a cui piace la telecamera (fatto che di per sé non trovo contrario all’etica), ma non ho nessuna intenzione di farmi massacrare da chi sullo stomaco ha peli di cinghiale e l’anima l’ha persa da tanto tempo” ha concluso Monte nel suo post, che in meno di un’ora ha raggiunto 40mila persone.

E intanto tutto questo trambusto a cosa è servito? La stessa Eva Henger ha involontariamente acceso la miccia del pubblico più bifolco, quello che non riesce a ridimensionare l’argomento di conversazione e a formulare qualche chiacchiera leggera, ma quello malato, che pensa bene di minacciare di morte le figlie dell’ex pornodiva. “Ho gente che mi aspetta davanti all’hotel, ho dovuto chiamare due volte la sicurezza, e nostra figlia Mercedesz l’altra sera ha avuto bisogno della scorta armata. Non possiamo vivere così per un gioco” ha confessato a Striscia la Notizia Massimiliano Caroletti, marito di Eva Henger.

Ma tant’è, ormai il danno è fatto. Fra qualche settimana non se ne parlerà più e magari Francesco Monte riuscirà a trovare una dimensione più adatta a lui, ad un bravo ragazzo che, come tanti, ha voglia di apparire in tv senza per questo sguazzare nella spazzatura più rivoltante.