Morgan sfrattato: il video con le parole del cantante

di Sara Tassinari

Alla fine Morgan ha dovuto lasciarla davvero quella casa per la quale ha combattuto fino all’ultimo. Non è servito organizzare una colletta dell’ultimo minuto, non è bastata un’istanza presentata in via d’urgenza al Tribunale questa mattina, non è stata sufficiente neanche la proposta di un incontro formulata ieri dal cantante al nuovo proprietario dell’immobile: oggi l’artista brianzolo è stato definitivamente costretto ad allontanarsi dalla sua casa (video in alto). Il Tribunale gli ha concesso ancora un po’ di tempo per trasportare altrove tutti i suoi effetti personali, compresi i quadri, gli strumenti musicali e ogni cosa a lui cara, ma certo quello di oggi è stato il giorno più difficile.

morgan sfrattato
Morgan parla con i giornalisti

Non ci sono stati coup de théâtre da parte dell’istrionico artista, solo alcuni battibecchi con il custode giudiziario e con la polizia ma tutto si è svolto in una sostanziale regolarità e, dall’esterno della casa, Morgan è stato sentito anche suonare e cantare. Forse, per lui, il modo migliore di dire addio.

morgan sfrattato
L’ormai ex abitazione di Morgan

Al termine della procedura l’artista, prima di andarsene a bordo dell’auto di un amico, si è intrattenuto per una ventina di minuti con i giornalisti. Morgan è molto arrabbiato e deluso. Con Ligabue, Vasco Rossi, Jovanotti, dai quali lamenta di non avere ricevuto solidarietà o aiuto. Con Asia Argento, responsabile a dire di Morgan di avere iniziato la procedura esecutiva nei suoi confronti. Il cantautore è, però, anche progettuale e sembra avere intenzione di raccontare tutto il dolore per lo sfratto subito e l’amore per la casa perduta in un nuovo album.

La vicenda giudiziaria

Ma come si è arrivati all’epilogo di oggi? Morgan ha recentemente descritto così l’inizio del contenzioso giudiziario che ha portato il quarantaseienne cantautore lombardo a dovere lasciare la propria casa: “Avevo contratto, non per causa mia, dei debiti con lo Stato: da quel momento tutti i miei guadagni sono stati prelevati dall’Agenzia delle Entrate, io non ho più potuto pagare gli alimenti alle mie figlie e i debiti sono aumentati”. Così, alla fine del 2017 l’immobile di Via Adamello era stato pignorato e successivamente venduto all’asta dal Tribunale di Monza. Il cantautore brianzolo, profondamente addolorato, ha raccontato che la casa da lui pagata a suo tempo € 700.000,00, all’asta era stata comprata per poco più di 200.000 euro. Dopo la vendita dell’immobile, all’ex cantante dei Bluvertigo era stato dato termine fino al 30 aprile per rilasciare l’immobile: tuttavia Morgan non aveva un’altra casa e non sapeva dove andare. Forse, soprattutto, non si rassegnava a lasciare quel rifugio a lui tanto caro, che è stata fonte di ispirazione per diverse sue canzoni e che conteneva tutta la sua vita, umana e professionale.

Si è reso cosi necessario iniziare l’azione esecutiva forzata di rilascio dell’immobile e già lo scorso 14 giugno il custode giudiziario si era presentato alla porta di Morgan. A causa tuttavia di un malore accusato dal cantante lo sfratto era stato rinviato alla data di oggi. In quell’occasione Morgan aveva detto alla stampa che, nei dieci giorni che gli restavano prima di essere definitivamente sfrattato, avrebbe fatto di tutto per mettere insieme con l’aiuto degli amici una somma di denaro da offrire al nuovo proprietario per interrompere l’esecuzione.

Purtroppo stavolta non c’è stata una prova d’appello e oggi è andato in scena l’atto finale di questa vicenda.

Leggi anche: Morgan ha una nuova fidanzata: ecco le foto esclusive

Leggi anche: Malore per Jessica Mazzoli al GF: ecco come sta ora

Tags