Tommaso Zorzi conquista Milano con una challenge contro la Meloni. “Io sono Giorgia”

di Camilla Catalano

Ottobre 2019. Ventunesimo secolo. Periodo storico in cui si portano avanti lotte per dare voce e identità a chi, per fin troppo tempo, è rimasto nascosto. E poi arriva l’esponente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni che in un discorso, tenuto in piazza San Giovanni a Roma, sgretola tutto ciò che da anni si tenta di realizzare, ossia dare voce all’amore anziché diffondere odio e sostenere l’emarginazione.

Dopo un discorso contro l’immigrazione arriva l’attacco al mondo arcobaleno:

Ci vogliono privare dell’identità, è quello il loro gioco. Vogliono mettere le sigle genitore 1 e genitore 2 sui moduli dei figli, si chiamano LGBT. Ci vogliono ridurre a sigle, ma non ci riusciranno. Io sono Giorgia, sono una donna, sono una madre, sono italiana e cristiana”.

Così, Tommaso Zorzi, seguito su Instagram da 464 mila persone, ha ricondiviso quelle parole e ha deciso di lanciare una challenge. Ieri sera, ha aperto la finestra di casa sua e ha urlato a pieni polmoni: “Io sono Giorgia!, imitando le parole della Meloni e spingendo i suoi seguaci a fare lo stesso. “Ovunque voi siate dovete urlare ‘Io sono Giorgia’. Fate i video e taggatemi!”.

tommaso zorzi challenge
L’influencer Tommaso Zorzi

In tantissimi hanno partecipato tanto che Zorzi ha iniziato a ricevere messaggi da amici che raccontavano di aver sentito quella frase per diversi angoli della città di Milano, da Porta Romana a Brera.

Tommaso Zorzi, con la schiettezza che lo contraddistingue da sempre, ha usato i social per diffondere un discorso antiprogressista che incita all’odio, con l’unico scopo di far riflettere i suoi seguaci. Ora in centinaia fanno il verso a quelle parole, schernendo il politico e il partito che rappresenta.

Tommaso Zorzi confessa: “Sono stato con un pornodivo”

Prima di lanciare questa nuova challenge, che sta prendendo sempre più piede, Tommaso Zorzi aveva fatto una confessione sul suo canale social riguardo una vecchia storia d’amore. “Per un periodo della mia vita ho vissuto ad Amsterdam e mi sono frequentato con un ragazzo metà equadoregno e metà di Miami. Mai più sentito questo Franco. Mi ricordo che aveva un tatuaggio rotondo, un mandala, sul braccio”. Ecco che qualche sera fa, Tommaso ha ricevuto il link di un video porno da un amico e ha scoperto che uno dei due protagonisti era proprio Franco, in arte Titus. “Sono stato tre mesi con una pornostar senza saperlo. Ha fatto un sacco di film”.

tommaso zorzi

Leggi anche: I segreti dei follower di Giulia De Lellis: grazie a lei Lorenzo fa coming out