Ecco perché Kim Kardashian ora vuole (e può) fare l’avvocato

di Wendy Migliaccio

Basta profumi, make up e vestiti: ora Kim Kardashian vuole fare l’avvocato. Lo ha dichiarato la stessa star dei reality Usa in occasione di una lunga intervista a Vogue. Kim ha confermato di aver iniziato un apprendistato di 4 anni in uno studio legale di San Francisco e di studiare 18 ore a settimana per diventare un avvocato e seguire così le orme del padre Robert Kardashian, noto soprattutto per aver difeso l’amico O. J. Simpson. In California, infatti, è possibile fare l’apprendistato anche senza aver frequentato un corso di studi di legge: al termine del praticantato, però, Kim dovrà sostenere un esame pari a quello degli studenti universitari.

Kim Kardashian
Kim Kardashian in posa con i figli North, 5 anni, Saint, 3, e Chicago, 1

A convincere Kim Kardashian a tentare la carriera da avvocato, è stato il caso di Alice Marie Johnson, una donna afroamericana di 62 anni che si trovava in prigione dal 1996 con una condanna all’ergastolo, senza condizionale, per un crimine di droga non violento. Kim ha preso a cuore la storia e si è molto battuta per ottenerne la scarcerazione: è riuscita anche ad incontrare il presidente Trump (molto sostenuto dal marito Kanye West) alla Casa Bianca. Trump ha così deciso di graziare la donna. Non solo: dopo il rilascio della Johnson, il Congresso ha approvato un importante disegno di legge bipartisan sulla riforma della giustizia penale.

Ho dovuto pensarci a lungo. Non ho mai pensato in un milione di anni che saremmo arrivati ​​al punto di far passare delle leggi. È stato davvero un punto di svolta per me. Quando la Casa Bianca mi aveva chiamato, mi ero trovata seduta con un giudice e altre potentissime persone e mi sono detta: ne devo sapere di più. Ho sempre saputo qual era il mio ruolo ma ho sentito di voler essere in grado di lottare per le persone che hanno pagato il loro debito con la società. Se so di più, posso fare di più

Kim Kardashian su Vogue

La rivelazione di Kim Kardashian è avvenuta durante una lunga intervista per Vogue. La it girl è infatti stata la protagonista unica, per la prima volta, della cover di Vogue USA. Su Instagram Kim ha espresso tutta la sua soddisfazione:

Ho sognato questo momento per così tanto tempo, molti hanno detto che non sarebbe mai arrivato. Le parole non possono esprimere quanto sia onorata di avere la mia prima cover americana da solista su Vogue. Ricordo che da ragazzina sfogliavo l’abbonamento mensile di mia madre, sognando un giorno di essere sulla copertina di questa iconica rivista. Grazie all’incredibile Anna Wintour per il supporto, significa tutto per me

Leggi anche: Le Kardashian esagerano con Photoshop: che mostruosità!

Leggi anche: Kourtney Kardashian lancia Poosh: “Ecco come essere nude e belle”