Massimo Giletti riparte da LA7 e ricorda commosso lo strappo con la RAI

di Tabloit

Non è l’arena. Riparte da LA7 Massimo Giletti con la sua “informazione libera”. Un programma che andrà in onda a partire da Domenica 12 Novembre ore 20:30. Inchieste live fatte di testimonianze, documenti e servizi filmati. Vuole sentire parlare la gente Giletti, vuole mettere “l’orecchio a terra” e vuole raccontare con libertà i problemi di un Paese sempre più impoverito e paralizzato dalla burocrazia. Non solo cronaca, ma, anche, costume ed attualità.

Massimo Giletti a Verona in uno scatto del 2013. Il conduttore dopo l'addio allo storico programma L'arena è approdato al LA7 con "Non è l'arena".
Massimo Giletti a Verona in uno scatto del 2013. Il conduttore dopo l’addio allo storico programma L’arena è approdato al LA7 con “Non è l’arena”.

Non è un caso l’aver citato la parola “libertà” più volte. E’ il concetto secondo l‘ex reporter che è venuto meno alla Rai e il motivo per il quale ha lasciato un programma che registrava 4 milioni di spettatori. “Sono passato da una tempesta forte”, ha detto il giornalista alla presentazione del programma “Devo dire grazie ai miei ragazzi. Quando sono uscito dal colloquio con Orfeo ho detto loro: ‘dovete cercarvi un posto di lavoro’. E loro mi hanno detto: ‘noi stiamo con te’”. Ricorda con commozione il momento dello strappo dalla Rai, ma anche con un pizzico di polemica: “Orfeo non lo voglio neanche ricordare”.

Uno strascico evidente anche nel nuovo programma in cui Massimo ammette di faticare a trovare ospiti. Poco male: la sua prima inchiesta ha già portato ad una supersvolta di uno dei casi dell’anno (di cui vi avevamo parlato qui qualche giorno fa): l‘arresto del latitante Giancarlo Tulliani, ex cognato di Gianfranco Fini. La troupe televisiva di Non è l’arena si trovava a Dubai per cercare di intervistarlo e l’epilogo ha avuto del tragicomico: Tulliani, infastidito, ha chiamato la polizia finendo per essere lui quello in manette.

Un frame del servizio che andrà in onda in esclusiva durante la prima puntata di "Non è l'arena" sul LA7. La troupe si trovava a Dubai per intervistare il latitante Giancarlo Tulipani, arrestato grazie al loro intervento.
Un frame del servizio che andrà in onda in esclusiva durante la prima puntata di “Non è l’arena” sul LA7. La troupe si trovava a Dubai per intervistare il latitante Giancarlo Tulipani, arrestato grazie al loro intervento.

Tornando al programma il cui nome strizza volontariamente l’occhio a quello di Boncompagni (Non è la rai), non pare essere un caso nemmeno la collocazione la domenica sera, momento televisivo da sempre governato da Fabio Fazio. Che tempo farà d’ora in poi? Lo scopriremo a breve. Il soldato Giletti, come lo definì il critico televisivo Aldo Grasso, tornerà quindi in onda domenica, ma lo vedremo la sera prima, sabato 11 novembre, a “Tu si que vales” per premiare un’associazione di beneficenza.