Notre Dame, il marito di Salma Hayek dona 100 milioni per la ricostruzione

di Wendy Migliaccio

L’incendio scoppiato nella cattedrale di Notre-Dame ha lasciato con il fiato sospeso il mondo intero e in tanti si sono preoccupati per la sua ricostruzione. Fortunatamente, c’è chi ha deciso di fare qualcosa: la famiglia del magnate francese Francois-Henri Pinault, marito di Salma Hayek, ha fatto sapere che donerà 100 milioni di euro. “Di fronte a una tragedia di tale portata, ognuno desidera di ridare vita il più presto possibile a questo gioiello del nostro patrimonio“, ha dichiarato Pinault in un comunicato. Pinault è presidente e ceo di Kering, cui fanno capo i brand Gucci, Saint Laurent e Balenciaga.

Notre-Dame ricostruzione
La cattedrale di Notre-Dame in fiamme

Francois-Henri Pinault e Salma Hayek

Francois-Henri Pinault e Salma Hayek

 

Francois Pinault, papà di Francois Henri e suocero di Salma Hayek, è stato il primo ad aderire all’appello del Presidente Emanuel Macron per la sottoscrizione nazionale e internazionale per trovare i fondi per ricostruire Notre-Dame. Pinault senior è un grande appassionato d’arte, proprietario di moltissime collezioni.

Francois-Henri Pinault e Salma Hayek notre dame ricostruzione

Francois-Henri Pinault e Salma Hayek

Poco dopo anche un altro big del lusso, LVMH ha deciso di aderire, mettendo sul piatto ben 200 milioni di euro per Notre-Dame. Il gruppo, controllato dalla famiglia Arnault, è a capo di marchi del calibro di Fendi, Bulgari, Christian Dior, DKNY, Ce’line, Guerlain, Givenchy, Kenzo, Loro Piana e Louis Vuitton.

Leggi anche: Ecco chi sono gli italiani più ricchi del mondo