Ultimo e il suo sfogo sul “successo”. Leggi cosa ha scritto!

di Maria Lucia Panucci

Tempo di riflessioni per Ultimo. Nonostante si sia classificato al secondo posto nell’ultimo Festival di Sanremo, dopo il collega Mahmood, il cantante 22enne ha letteralmente conquistato il pubblico e la sua ballata I tuoi particolari è diventata un vero e proprio tormentone radiofonico.

In poco tempo il ragazzo che viene dalla borgata romana, che si è fatto da solo, è arrivato in vetta al successo, un traguardo agognato da molti ma raggiunto da pochi. E proprio a questo il cantautore ha voluto dedicare un lungo post su Instagram. A chi continuamente gli chiede come ha fatto a raggiungere la popolarità lui risponde così:

“Molte volte tanti ragazzi come me mi chiedono se c’è stato un trucco o un qualcosa in particolare per aver fatto accadere tutto ciò. Non ho mai saputo rispondere ma forse ora le cose pian piano che le sto vivendo e metabolizzando, riesco a capirle. Io penso che in questo ambiente fatto di storie instagram e foto pubblicate agli orari giusti perché sennò le vedono meno persone, sia rimasto poco spazio per la spontaneità. Penso che oggi dove tutto è usa e getta, dove si fanno foto anche alle cose che non ci colpiscono particolarmente perché “tanto non si sa mai..”, si stia perdendo lo stupore. Non perdiamo la vita dietro a inutili cazzate, giochi stupidi per riempire i vuoti. Penso che l’unica cosa che possa salvarci, sia stare con la gente semplice che non ti chiede nient’altro che esserci. Ecco, se dovessi dirvi cosa secondo me ho avuto la fortuna di avere, è questo: persone sincere vicino. Smettetela di programmare le vostre vite per destinarle al successo. Il successo è una condizione, non una meta. Io non vinco solo su un palco. Io vinco a cena con un amico. Anzi, forse come persona è proprio lì che vinco”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Molte volte tanti ragazzi come me mi chiedono se c’è stato un trucco o un qualcosa in particolare per aver fatto accadere tutto ciò. Non ho mai saputo rispondere ma forse ora le cose pian piano che le sto vivendo e metabolizzando, riesco a capirle. Io penso che in questo ambiente fatto di storie instagram e foto pubblicate agli orari giusti perché sennò le vedono meno persone, sia rimasto poco spazio per la spontaneità. Penso che oggi dove tutto è usa e getta, dove si fanno foto anche alle cose che non ci colpiscono particolarmente perché “tanto non si sa mai..”, si stia perdendo lo stupore. Non perdiamo la vita dietro a inutili cazzate, giochi stupidi per riempire i vuoti. Penso che l’unica cosa che possa salvarci, sia stare con la gente semplice che non ti chiede nient’altro che esserci. Ecco, se dovessi dirvi cosa secondo me ho avuto la fortuna di avere, è questo: persone sincere vicino. Smettetela di programmare le vostre vite per destinarle al successo. Il successo è una condizione, non una meta. Io non vinco solo su un palco. Io vinco a cena con un amico. Anzi, forse come persona è proprio lì che vinco. Mi dispiace vedere che molti in questo ambiente si isolino allontanando le persone che ci sono sempre state, per inseguire questo “successo” che successo non è. Non incitate le persone al raggiungimento di like sempre più alti, neanche ad arrivare a diventare famosi, perché non parliamo di realizzazione personale, ma di realizzazione obiettiva secondo il punto di vista del mondo. Io mi sento realizzato ora, e non c’è nessuno a chiedermi una foto, nessuno a dirmi che l’ho salvato con la musica, nessuno che mi fa i complimenti. Sto con la gente con cui sono cresciuto, sono realizzato per questo.

Un post condiviso da Ultimo (@ultimopeterpan) in data:

Quella che Ultimo impartisce è una vera e propria lezione di vita, in cui fa capire a chiare lettere che la fama e la notorietà non lo hanno cambiato, perché la sua fortuna più grande è avere accanto persone che gli vogliono bene, come mostra lui stesso nella foto scelta a corredo del post in cui si vede lui in compagnia di due amici sulla spiaggia di Miami.

Mi dispiace vedere che molti in questo ambiente si isolino allontanando le persone che ci sono sempre state, per inseguire questo “successo” che successo non è – ha continuato a spiegare. – Non incitate le persone al raggiungimento di like sempre più alti, neanche ad arrivare a diventare famosi, perché non parliamo di realizzazione personale, ma di realizzazione obiettiva secondo il punto di vista del mondo. Io mi sento realizzato ora, e non c’è nessuno a chiedermi una foto, nessuno a dirmi che l’ho salvato con la musica, nessuno che mi fa i complimenti. Sto con la gente con cui sono cresciuto, sono realizzato per questo”.

ultimo durante concerto
Ultimo durante un concerto
Ultimo

Insomma Ultimo è rimasto il ragazzo semplice di sempre che si circonda degli amici di sempre e che non si è mai montato la testa per essere salito su un palco, perché sente la sua canzone in radio o perché le persone gli chiedono un autografo. La musica è la sua passione, che poi è diventata anche un lavoro, ma ciò che veramente conta è che lui è rimasto se stesso, una persona con i piedi ben ancorati a terra, che non si lascerà mai inghiottire dal “personaggio”, come purtroppo accade spesso nello showbiz.

Leggi anche: Forbes: La classifica delle 100 donne italiane di maggior successo nel 2019

Leggi anche: Forbes 2019, ecco la lista dei vip più pagati al mondo

Tags